Umberto Galimberti

E' stato Professore ordinario di Filosofia della storia, di Psicologia generale e di Psicologia dinamica all'Università di Venezia, nonché membro ordinario dell'International Association of Analytical Psychology. Ha collaborato con "Il Sole 24Ore" dal 1986 al 1995, e dal 1995 ad oggi collabora con "la Repubblica". Tra le sue pubblicazioni più significative ricordiamo: Il tramonto dell'Occidente nella lettura di Heidegger e Jaspers (1975-1984); Psichiatria e fenomenologia (1979); Il corpo (1983); Gli equivoci dell'anima (1987); Psiche e techne. L'uomo nell'età della tecnica (1999); I vizi capitali e i nuovi vizi (2003); Le cose dell'amore (2004); La casa di psiche. Dalla psicanalisi alla pratica filosofica (2005); L'ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani (2007); I miti del nostro tempo (2009); Cristianesimo, la religione dal cielo vuoto (2012). E' inoltre autore unico del Dizionario di psicologia (1992), anche in forma ampliata e aggiornata (1999). E' in corso di pubblicazione l'intera sua opera.

Tutti i libri dell'autore